giovedì 25 aprile 2019

Breaking News: Surreality Betel

Salve a tutti

Abbiamo in visione un nuovo video prodotto per la fratellanza sullo stato dei lavori alla Betel di Bologna. 

Con questo video possiamo essere assolutamente presi in considerazione per un nuovo genere il surreality. Genere che è stato inventato e prodotto dal comitato per le pubbliche relazioni interne dal comitato di produzione media e dall'istituto Luce della fratellanza. 

In pratica il video dedicato alle congregazioni è un esempio molto interessante di visione distonica della realtà che causa fenomeni di stordimento a tutti gli astanti. Alla fine della visione noterete che tutti si guarderanno l'orologio per capire quanti minuti di vita persa hanno avuto. Ma non preoccupiamoci troppo ritorneremo  subito ad addormentare il pensiero neuronale scosso da questo video subliminale del nulla,  continuando con il gioco che oramai siamo tutti campioni "trova la rispostina nel paragrafo prima che l'oratore finisca la domanda".


Per tutto il video ci faranno vedere persone che "lavorano". Abbiamo elencate variegate mansioni che vengono accompagnate nel commento da quello che pensiamo sia un fratello americano visto che dal labiale ne si riconosce la doppiatura. C'è un centro informatico con fratelli al terminale a digitare chissà quale documentazione, altri fratelli sul tetto di chissà quale stabile che fanno un lucernario, se ne vedono altri che risanano il ferro di chissà quale solaio insomma sembra una piccola brigata di ristrutturazione edilizia. Se pensavate di vedere le cementificazioni di Warwick a 20 gradi sotto zero scordatevele. 






Nel commento invece i fratelli ci confermano che il cantiere è fermo e la ditta che ha preso in subappalto il progetto di consolidamento delle fondamenta è ancora nella fase di progetto. Come dire siamo in alto mare ma immaginate di vedere la terra ferma. A noi di questa storia qui davvero ci piacerebbe davvero tanto sapere quanto verrà a costare questo appalto. 

Risultati immagini per surrealeMa la propaganda non finisce qui e ci diranno che "già ora si vedono i benefici". Io in quel momento mi sono chiesto ma i "benefici" di cosa? Non si capisce, forse il fratello che ha scritto il commento ha sbagliato foglio e lo ha mischiato con il testo previsto per le finte esperienze dell'assemblea. Ma visto che stiamo facendo un video propaganda anche le parole sono importanti e cosa importa se non hanno senso,  d'altra parte nel genere surreality perché aspettarsi di trovarne uno. 


36 commenti:

  1. Gatto di Schroedinger25 aprile 2019 10:29

    in diverse congregazioni è già girato assieme ai bisogni locali muovendo addirittura applausi dall'uditorio..
    La vera chicca cmq è la scrittura di Isaia "ad capocchiam" messa ad inizio video per sostenere la benedizione dall'alto
    Alla successiva retorica da "Istituto Lvce" ci ha pensato chi ha continuato la parte bisogni locali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo scusa magari mi è sfuggito qualcosa ... ma questo video si può vedere in rete od è stato visto solo nelle congregazioni?

      Elimina
    2. E' un video interno che è stato presentato questa settimana in tutte le congregazioni

      Elimina
    3. @Capitan Kirk

      Speriamo qualcuno faccia in modo di renderlo disponibile perchè sarei proprio curioso di vederlo ... conosco gente che ci lavora
      ...

      Elimina
    4. Figurati risparmia la curiosità per cose più profittevoli. Con questo serial surreale stiamo surclassando cinico tv.

      Elimina
  2. Altro che surreale qui siamo a matrix. Io veramente non capisco dove vogliono arrivare, certo ormai mica possono dire e stato un investimento catastrofico fatto con i soldi della fratellanza ma continuare a fare questi video e controproducente anche perché parecchi sanno le condizioni reali del cantiere e le voci corrono. Fabiu

    RispondiElimina
  3. L'Istituto Luce della fratellanza,gli fa' un baffo a quello del periodo fascista.
    Questi come si dice in gergo,riuscirebbero a vendere frigoriferi agli eschimesi,per come sono bravi a mischiare le carte e a bleffare come a poker.
    Poveri fratelli illusi,che si fanno ancora abbindolare dalle chiacchiere e dal fumo della propaganda
    della wt,stanno raschiando il fondo del barile in ogni senso.

    RispondiElimina
  4. Applausi da chi?da chi non sa proprio a,b,c,di strutture portanti pilastri travi etc etc etc. Io ho già fatto un commento in merito, e ho menzionato sia la difficoltà, che l'enorme perdita di cubatura dello stabile, una cosa è certa, che chi ha venduto lo stabile alla WTS ha fatto un affare, e si è liberata lei da fare il consolidamento allo stabile, e la WTS ha fatto credere alla fratellanza, che nelle congregazioni applaudono, a queste notizie che l'avere comprato questo stabile fatiscente sia un ulteriore benedizione di Geova. E vanno a prelevare dai loro risparmi, per metterli nella cassetta delle contribuzioni per quest'opera credendo di fare un dono a Geova, e non alla WTS. Faccio presente alla fratellanza che i progetti di consolidamento della struttura, fatti dagli ingegneri e architetti, pagati dalla WTS verranno visti ed esaminati da una commissione di architetto e ingegneri del comune, o della Regione ,e nell'esame verranno prese le verifiche fatto su tutti i pilastri portanti, IL RISULTATO delle verifiche e come intendono porvi rimedio, teniamo presente che una struttura IN cemento armato, sì deteriora in continuazione, e IL crollo del ponte Morandi, ne è una chiara dimostrazione. Caro Gatto, e Unknown, reputo giusto il vostro commento.

    RispondiElimina
  5. Mi sono perso qualcosa forse, ma qual è lo scopo di questo video? Warwick è finita da un po' ormai. Boh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Re del Nord il video di Warwick è stato messo solo per far vedere cosa significa una vera relocation e non questa cosa che si sta consumando a Bologna.

      Elimina
  6. Ancora una volta viene celebrata una sconfitta come una vittoria. E prendono pure applausi😰😭

    RispondiElimina
  7. Gatto di Schroedinger25 aprile 2019 15:06

    beh siamo sulla falsariga deii cinegiornali di tanto celebrato istituto, tipo quello che interruppe le proiezioni dei film nei cinema italiani nel 1943 per celebrare l'affondamento di alcuni battelli americani e l'abbattimento una mezza dozzina di aere (principalmente colpiti da fuoco amico) durante l'inizio della "Operazione Husky", l'invasione della Sicilia da parte degli Alleati. Nella foga del trionfalismo si scordarono (ma sarà stato per la fretta) di menzionare che oltre a quei pochissimi battelli da trasporto affondati e quei pochissimi aerei abbattuti gli venivano contro 1500 navi da guerra, 600 carri armati sbarcati e quasi 5000 aerei.
    Ma non mi preoccuperei perché esattamente come allora per il regime i benefici sono già evidenti e ogni invasore sarebbe stato freddato sulla battigia, quindi ogni problema sarà superato e avremo un palazzo alla stregua di un grattacielo di Dubai. Sappiamo d'altronde come andò a finire

    RispondiElimina
  8. In seguito gli alleati usa e britannici che avanzavano separatamente verso Roma, si trovarono contro la rabbiosa contro offensiva dei tedeschi, che nonostante avessero di paracadutisti per aggirare i tedeschi e prenderli su due fuochi non servì a nulla, gli alleati furono respinti,i tedeschi pensavamo di aver dato una lezione, agli alleati, ma si trovarono di fronte a un'amara realtà, le navi da guerra degli alleati furono furono coordinate da terra e con i loro micidiali cannoni di lunga portata, distrussero tutti gli avamposti tedeschi, e per i tedeschi che erano convinti di avere la vittoria sugli alleati, invece fu la la loro disfatta, e chi invadeva si è ritrovata invasa, La morale?spero solo che sia diversa da quella che immagino IO

    RispondiElimina
  9. Qui c'è da impazzire, ma scusate chi abita a Bologna o in zone limitrofe sarà andato a accertarsi di persona anche così per curiosità di vedere come procedono i lavori nella nuova betel, poi vedono il video in sala e cosa pensano? Possibile che non dicano nulla? Come se lo spiegano? Sembra davvero tutto surreale e folle. Andrea m.

    RispondiElimina
  10. Perché, pure abitando a Bologna o zone limitrofe, puoi alzare la mano in Sala e chiedere perché e percome, senza rischiare la ghigliottina?
    E' questo il punto, alla fine....
    Siamo completamente immersi, da anni, nella "favola del re nudo".
    Pur se vedessero coi propri occhi un rudere fatiscente che viene giù e venisse chiesto il triplo delle contribuzioni, continuerebbero tutti ad applaudire ad ogni video.
    Come nella favola favola di Andersen.
    Tutto si regge sullo spauracchio della riprensione, dell'ostracismo, della ipotetica disassociazione. Come in un regime.
    Se non sono libero di parlare, perché sono minacciato, puoi dirmi di tutto, anche che l'asino vola e io devo approvare pubblicamente e dirti che hai ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gatto di Schroedinger26 aprile 2019 13:03

      @Ago si, dai non è proprio che l'asino vola, diciamo che svolazza....

      Elimina
    2. Chi di voi ha letto "1984" di Orwel? Angoscianti le analogie!

      Elimina
    3. @Barnaba

      Io ho letto il libro e visto anche il film ... che dire ... lo hai già detto tu, le analogie sono angoscianti ... il brutto è che non stiamo parlando di un romanzo ...

      Elimina
  11. Caro ago ma quanto possono andare avanti con questo regime?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Unknown
      Difficile prevederlo.
      Ritengo che, fino a quando non modificheranno radicalmente la politica di espulsione/ostracismo che serve a comandare spaventando e reprimendo (ovvero mai a mio modesto parere...) il regime rimarrà in piedi.
      Più che segni concreti oggi, rispetto a 20/30 anni fa c'è un ricco sottobosco di
      protesta, di "consapevoli", ecc. Ma resta un sottobosco. Fertile, ma senza risultati concreti alla luce del sole...
      Tutto si regge sulla disassociazione, a mio modesto parere.
      Tolta quella (e non la toglieranno mai, anzi...) cadono i pilastri della dittatura.
      E allora si che non potrai più mandare in onda quel video ridicolo con i lavori a Bologna, altrimenti alla fine ottieni delle pernacchie, anziché gli applausi.
      Ma allo stato attuale, prova a dire "a" e vedi che ti succede....

      Elimina
    2. Un'arma ce l'abbiamo: boicottare.
      Contribuzioni, servizi speciali, commenti.
      In poche parole se vedranno un gregge sempre più apatico qualche domanda se la porranno. E mi raccomando alle domande, nessuna protesta altrimenti sarete dei "mormoratori" - ma piuttosto apatia.
      Mi viene in mente la faccia di Ciaucescu alla fine dell'89 quando la piazza non lo applaudi più e iniziò la rivolta. Di lì a poco fu fucilato.

      Elimina
    3. Bravo Lucio la strada è al momento quella che hai indicato.
      I mormorii, le proteste i muro contro muro paradossalmente rinforzano la reattività delle strutture di dominio, permettono la facile identificazione e l'isolamento del nemico e delle sue idee e aiutano i fratelli ancora sotto controllo a sentirsi sotto attacco serrando le fila.

      Ma "l'apatia programmata", come amo definirla, è uno strumento potente, va applicata in modo progressivo e quasi impercettibile, via subito le contribuzioni e poi sistematicamente le cose che si vedono, progressiva riduzione delle attività extra per l'organizzazione, cessazione degli applausi e commenti entusiasti, il pioniere per portarti altra gente dentro te lo scordi e così via. L'apatia è molto più contagiosa della protesta e a lungo fa danni enormi, soprattutto ad una struttura di potere che non ha niente a che vedere con Dio se non con "il dio" denaro.

      Babilonia non cadde per le cannonate ma quando le acque si prosciugarono.

      Elimina
    4. Sicuramente l'apatia programmata fa più danni del solito,però è desolante applicare questi metodi di protesta e ribellione,per non essere allineati al pensiero della massa e non adeguarsi di conseguenza.
      Pensavamo di avere la verità che ci avrebbe reso liberi,invece ci ritroviamo schiavi dell'uomo che non ci permette di esternare i nostri pensieri,pena la morte sociale.
      Proprio tutto in armonia con contesto biblico dell'amore e della gloriosa libertà dei figli di Dio.

      Elimina
    5. Andrew, lo so che è desolante ma se la WTS fosse, con i suoi pro ed i contro, una struttura normale con la quale confrontarsi in modo sano non ci sarebbe la necessità di inventarsi niente e non esisterebbero nemmeno blog come questi.

      Quanto alla libertà vera non è certo questo il contesto in cui cercarla. Se Gesù non ha fondato alcuna struttura o organizzazione un motivo ci sarà

      Elimina
  12. Ricordiamoci però che i fratelli non sono stupidi la cassetta contribuzioni per Bologna ve la ricordate? E stata un fiasco!!! E finita la pacchia lavoro affidato a ditte esterne nei video si vedono fratelli che lavorano.... Ma quando mai. Andrea m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il video è fatto e pensato in modo tale che la maggioranza non ci capisca nulla, anzi, abbia l'impressione opposta alla realtà flop di Bologna.
      Le cassette di recente 'piangono' parecchio, è vero. Un po' per la sfiducia, un po' perché non ci si capisce più nulla, è una continua richiesta a contribuire per ogni cosa, mascherata da una pseudo scrittura.
      Mi aspetto news dall'alto in campo contribuzioni. Devono metterci una pezza, rastrellare fondi in ogni modo è una necessità impellente ormai da un pezzo. E' il primo punto all'ordine del giorno. Avranno di sicuro in mente qualcosa. Che ne so... una finta 'decima', o un prelievo coatto e prestabilito - che già esiste - attinto dai fondi della locale congregazione, a mo' di rendita vitalizia fissa da inviare.
      Tanto c'è una scrittura per tutto...
      Vedi come hanno stravolto il fiasco clamoroso di Bologna...

      Elimina
    2. Io propendo per un lampo di luce della decima,a mo di mormoni e company.
      Se funziona da loro,perché non provarci,ma la vedo dura,molto dura,perché
      ne stanno combinando troppe e di tutti i colori.
      Se dipendesse da me,da tanti anni avrebbero chiuso la barracca,il lettore usi discernimento.

      Elimina
    3. Ma guarda Ago siamo dell'idea che anche per la Betel in Italia non abbiano bisogno di fondi. I soldi ci sono devono essere collocati ma per farlo c'è bisogno di gente capace. Li sprecano perchè è tutta gente che non ha mai guadagnato uno stipendio e non sa cosa significa neanche avere un menage per superare le necessità economiche. Per come conosco come vanno queste cose si adeguano al modello economico del primo secolo così prima si fanno i granai... scusate prima si accumula e poi spende. Se ci sono dei problemi si ferma tutto, si fa cassa e poi si riprendono le attività di espansione. Semplice.

      Elimina
  13. Boicottare contribuzioni?la vedo molto dura, studio torre di guardia di questa settimana, Davide fa un enorme contribuzione per la costruzione del tempio, e poi dice che tu sei responsabile,di tenere in ordine la sala del Regno, comprese le apparrcciature elettriche ed elettroniche, per farle durare più a lungo, e i soldi delle contribuzioni spedirle alla WTS che lei sa come impiegare.nel costruire nuove sale del Regno, e nel ristruturarle, l'esempio della nuova bettel di Bologna è come un esempio 😉😊

    RispondiElimina
  14. I fratelli che non contribuiscono o hanno ridotto si moltiplica. È più efficace questo metodo di qualsiasi altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senz'altro Lucio,il boicottare le contribuzioni di qualsiasi natura,è al momento l'arma più efficace di qualsiasi presa di posizione silente o eclatante.
      Ma sono ancora troppi coloro che foraggiano la macchina burocratica della wt,se pensi a tutte le persone anziane che sono abituate a farlo da decenni,per non parlare dei lasciati e donazioni varie,la strada è lunga,però alla fine senz'altro porterà frutto,nel bene o nel male.
      Aspettiamo seduti,sulla solita sponda del fiume,il cadavere della WT che passi.

      Elimina
    2. Non so da voi ma io un paio di volte l’anno sento che vengono mandati alla betel i soldi in più che restano, quindi si tengono 4000-5000€ e il resto quindi altrettanti 4 o 5 mila € li mandano a roma. Se fanno così la metà delle congregazioni in italia allora hanno soldi per accendere anche il fuoco. Troppi plagiati e quindi tanti soldi.

      Elimina
    3. La contabilità predispone che il cc della congregazione si tiene due o tre mesi di contribuzioni mensili che (cosa non strana) corrispondono a circa il 10% annuo delle contribuzioni e che corrisponde alla decima richiesta per la legge mosaica (così come fanno più pedissequamente i mormoni). L'idea dei manager teocratici è quella che questo conto (benedetto dallo spirito santo) è sicuramente sufficente a sopperire a tutte le manutenzioni straordinarie.
      Purtroppo questo conto non funziona così le congregazioni quando hanno interventi seri da fare non hanno i soldi e tutto il sistema è in sofferenza perenne.

      Elimina
  15. Certo Lucio chiudere i rubinetti.

    RispondiElimina
  16. Insisto sul fatto che meno contribuiscono e comunque man mano che dall'alto si ricorda che abbiamo il "privilegio" di contribuire sempre più hanno repulsione a farlo. Non eravamo forse noi a non fare collette e a non sollecitare contribuzioni?
    Come afferma un noto politico: "La pacchia è finita!".

    RispondiElimina
  17. Tenete comunque presente che i fratelli di una certa età che contribuiscono in maniera più che significativa vanno a diminuire, sia per le difficoltà economiche che alla lunga si fanno sentire, sia perchè col tempo muoiono e dal punto di vista economico non c'è un ricambio generazionale.
    Persone più giovani non hanno la stessa disponibilità economica perchè non hanno nemmeno un lavoro, molti indottrinati alla teoria della vita semplice vanno avanti solo col minimo che serve per vivere e sempre di più sono quelli che spendono per se stessi se hanno denaro, non certo per la WTS. Quindi i dati tendenziali non sono
    rosei. Lo vedo anche nella congregazione dove frequento, per anni abbiamo sempre avuto abbondanza di contribuzioni, ora i grandi contributori non ci sono più ed è già tanto riuscire a pagare le spese di base, se non fosse per le risoluzioni obbligatorie la filiale non prenderebbe più soldi

    RispondiElimina

Grazie per il commento.