Pubblicazioni Consapevoli

In questa pagina metteremo a disposizione della fratellanza una serie di testi. Per chi lo desidera ci sono anche versioni cartacee a costi di produzione dell'editore. Le pubblicazioni sono diverse la pagina sarà aggiornata nei giorni successivi.


27/07/2019
Come soppravvivere nel tempo della fine

Questo è un manuale di soppravvivenza. La serie di post nell'intenti dell'autore scardinano tutti i limiti intellettuali che il proclamatore ha fatto propri nel corso degli anni e svelano una realtà mai percepita prima.

27/06/2019
L'alba dei minimi

L'alba dei minimi è l'insieme di post che possiamo considerare come l'inzio dell'esperienza consapevole. Un ebook interessante che ci porta indietro nel tempo e che in qualche modo ha segnato l'inversione di rotta da parte di molti. Assolutamente da non perdere per chi vuole comprendere da cosa nasce e come si è evoluto nel tempo questo fenomeno del proclamatore consapevole.

20/05/2019

La consapevolezza nasce dall'osservazione senza giudizio, ascoltare ed ascoltarsi partendo dalla percezione dei sensi.

È ascolto profondo attento senza giudizio partendo in un momento in cui l'intensità delle emozioni (come fastidio, turbamento, furia, rabbia, dolore) non ne alteri la percezione.
Perché dovrebbe interessare questo argomento? Credo che a tutti piaccia decidere come gestire la propria vita facendo scelte che ci fanno sentire felici e realizzati, la consapevolezza è una condizione necessaria per qualsiasi cambiamento: come puoi pensare di cambiare una situazione se non sei in grado di percepire quale sia lo stato attuale delle cose?

31/05/2019

In questo link troverete un pdf con alcuni testi spontanei redatti da una fratellanza che vuole uscire da uno schema.  I rimandi frequenti ai testi di Russel sono emblematici perchè sono la prova di un disallineamento evolutivo dell'organizzazione. Quelli che erano le buone intenzioni sono stati sostituiti da una realtà spietata che ha invece visto nascere un sistema organizzato che ha completamente disatteso tutte le premesse iniziali.

Il testo è crudo diretto senza elaborazione dei concetti che vengono scritti così come erano pensati. Il linguaggio mai semplice degli autori svela aspetti che sono correlati alla complessità della vita teocratica vissuta e che sono diventati un dramma collettivo esistenziale.

02/06/2019
Se non ho amore non sono nulla

In questo link troverete un pdf con altre prove di questo malessere generalizzato che ha preso il soppravvento in molte congregazioni. Una testimonianza significativa perchè trasversale tutta la fratellanza si sente implicate e responsabile. Tanto responsabile che abbiamo anche il contributo di sorelle talmente allarmate per le degenerazioni che hanno visto nelle loro congregazioni da prendere il coraggio e anche loro hanno voluto esprimere la loro critica e il loro dissenso. Superpetroliera, Cavalieri della fede, Vaccari sono tutti termini di questa nuova lingua. Non disquisiamo sui dettagli su quanto siano applicabili tutte le considerazioni i testi sono scritti da persone che non fanno questo mestiere. Questi testi hanno tanto da dire anche fra le righe.

Crisi di Coscienza

Questo libro ha decretato la fine dell'esperimento teocratico dei Testimoni di Geova e quindi l'inzio come istituzione religiosa indipendente. Il libro nasce a seguito di un delitto teocratico consumato all'interno del giovane gruppo dirigente della Watchtower che si stava spaccando ideologicamente.  Delitto ovviamente non fisico nato da indagine interna al Corpo Direttivo per dissensi ideologici che poi hanno portato alla espulsione di Raimond Franz. Franz è stato ufficalmente espulso per aver cenato con un disassociato ma come si capisce bene dal libro la disassociazione era un pretesto per risolvere altri problemi organizzativi ben più gravi. Come potete ben comprendere questo fatto ha reso "particolare" la questione disassociati che è uno dei tanti argomenti principe di questo blog. Fate attenzione alle date perchè molte cose sono successe in quei tempi si sovrappongono con le vicende della Betel nostrana. Da questa storia anche l'organizzazione teocratica è uscita scossa ma questa vicenda è indubbiamente una main stone da cui è nata l'istituzione religiosa che conosciamo. Raimond Franz era nipote del quarto presidente della WatchTower Frederick William Franz. 

"Franz è stato un Testimone di Geova per 43 anni, operando come predicatore a tempo pieno negli Stati Uniti e come missionario in Porto Rico e nella Repubblica Dominicana. Nel 1965 entrò a far parte dello staff nel quartier generale di Brooklyn, dove fu incaricato di aiutare a scrivere l'enciclopedia biblica Ausiliario per comprendere la Bibbia[4] e dove, nel 1971, fu nominato membro del Corpo Direttivo. Nel 1980, Franz lasciò il Corpo Direttivo dopo che un'inchiesta di alto livello fu avviata per esaminare delle accuse secondo le quali diversi membri dello staff, Franz incluso, stavano diffondendo "insegnamenti errati". Franz si trasferì in Alabama dove intraprese la professione di contadino e fu espulso dalla religione nel novembre del 1981 per aver violato la regola di non comunicare con coloro che si sono formalmente disassociati dalla religione.[5]


La sua espulsione fu riportata da Time nel febbraio 1982. Franz sostiene di aver ricevuto nei successivi due anni molteplici richieste di interviste sul funzionamento della Società Torre di Guardia, rifiutandole tutte. Tuttavia, nel 1983 Franz decise di interrompere il silenzio, dopo che diversi articoli della Torre di Guardia criticarono le ragioni, il carattere e la condotta di ex-Testimoni che coscienziosamente non si trovavano d'accordo con l'organizzazione. Un articolo descriveva i dissidenti essere "come ... Satana," "indipendenti, alla ricerca di errori," "ostinati," "oltraggiosi," "arroganti," "apostati" e "senza regole".[3][6]

Franz sostiene che molti Testimoni di Geova che decidono di lasciare l'organizzazione perché non riescono ad "essere d'accordo con tutti i suoi insegnamenti e le sue norme" vengono disassociati, o formalmente espulsi, e successivamente ostracizzati perché "apostatati". Franz scrisse che sperava di incoraggiare i Testimoni a valutare con mente più aperta la posizione di coscienza intrapresa da questi disertori. Sperava che una discussione sulle decisioni ed i provvedimenti intrapresi dal Corpo Direttivo durante il suo mandato avrebbero illustrato questioni fondamentali e problemi seri all'interno dell'organizzazione: "Essi dimostrano gli estremi ai quali la 'lealtà ad un'organizzazione' può portare, come sia possibile che persone buone, con ottime intenzioni, possono essere spinte a prendere decisioni ingiuste ed agire in modo tutt'altro che buono, crudele addirittura."[3]

Il libro fornisce una visione critica del direttivo della Società Torre di Guardia e di ciò che esso richiede dai membri, offre la prospettiva di Franz sulle aspettative deluse dei Testimoni di Geova che si aspettavano la venuta di Armaghedon nel 1975, ed espone il suo punto di vista su insegnamenti geovisti fondamentali sull'importanza del 1914 e la continua aspettativa di Armaghedon. Inoltre, il libro fornisce la versione di Franz degli eventi che hanno portato alla sua espulsione dalla religione.[7] L'ex-Testimone James Penton, che incluse il libro nella bibliografia della sua storia del movimento pubblicata nel 1985, scrisse che questo libro è "straordinariamente informativo" e "meticolosamente documentato" e ha notato che è "scritto più in un tono triste, più che arrabbiato". Il sociologo inglese Andrew Holden descrisse il libro come uno dei più coinvolgenti lavori biografici sulla defezione dai Testimoni di Geova.[8]"

fonte Wikipedia


Questo post non è pubblicitario e Osservatore teocratico non invita nessuno dei lettori ne all'acquisto ne alla lettura del materiale.

Alcune pubblicazioni sono gratuite ma chi lo desidera può lasciare un commento anche vuoto per registrare il suo passaggio.

6 commenti:

  1. Per scaricarlo occorre selezionare l'account del proprio indirizzo mail. È normale ? In questo modo non è più anonimo chi lo scarica, o sbaglio ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso possiamo rassicurarti, l'account purtroppo serve a google in tutti i casi non abbiamo strumenti che monitorizzano questa registrazione degli utenti. Comunque grazie non abbiamo considerato questa evenienza, vediamo se riusciamo a rendere disponibili le pubblicazioni senza le richieste di registrazione...

      Elimina
    2. @Osservatore, grazie. Attendo info

      Elimina
  2. Qualcuno può provare adesso se il link chiede ancora la registrazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, chiede ancora di selezionare un account, che nel mio caso fa riferimento all indirizzo mail personale con nome e cognome.

      Elimina
  3. Abbiamo inserito una nuova pubblicazione nella pagina Pubblicazioni Consapevoli. Un testo con tante testimonianze di tanti fratelli e sorelle che hanno perso i riferimenti che avevano della congregazione.

    RispondiElimina

Grazie per il commento.