Translate

Cerca nel blog

venerdì 6 luglio 2018

Alla fin fine


Una nuova serie di assemblee del nuovo ordine mediatico. L'iniezione di video è l'ultimo escamotage per attirare l'attenzione su aspetti pratici di vita cristiana è uno sforzo concreto e consistente per arginare una situazione che evidentemente stava sfuggendo di mano. Sarà forse la mancanza di lucidità sarà la stanchezza ma risulta sempre più evidente la difficoltà di sviluppare argomenti in un modo serio e allo stesso tempo interessante. Anche questa assemblea è declinata senza grossi scalpori e l'unica cosa che mi ricordo è la stanchezza. Basta che quando incontri i fratelli inserisci l'audio automatico. 

"Bellissima assemblea davvero interessante..." 
"Cosa hanno trattato di interessante" 
"Niente.... Ma come l'hanno fatto questa volta non c'erano ancora riusciti" 

I titoli delle assemblee sono emblematici Prima "Non ti arrendere" poi "Sii coraggioso" e le prossime? Come le intitoliamo? "Perchè scappi?" "Non ci provare?" a no forse i migliori sono quelli delle aspettative "Siamo i più grandi" o "Nessuno ci batte". 

Prima i discorsi erano sulle applicazioni bibliche di una noia mortale. Ricordo che spesso ci si lamentava per la mancanza di applicazioni pratiche ma il vero motivo era che si mangiavano le lasagne e i polli arrosto e alle 3 del pomeriggio sulle gradinate degli stadi del mezzogiorno ci si abbioccava. Ora si sono convertiti con le applicazioni pratiche e iniettando video seriali dall'effetto soporifero. Ora un po' sarà anche colpa degli oratori però lasciatemi dire che per meeting di questa portata non ci vuole molto per preparare schemi o argomenti che vadano oltre i soliti clichè esattamente come l'aria stantia di un palazzetto. Che ne so perchè non levate quel leggio dal podio liberando l'oratore dagli schemi o quelle parti assurde come lo studio della torre di guardia sincopato. Questo Venerdi nessuno si è accorto che il simposio era tutto sul salmo 27 ma che ne so mettete qualche schema del salmo qualche grafo che visualizzi i versetti. Ora non dico di trattare i temi consapevoli che trattiamo noi perchè vi scoppia un casino nella assemblea però un po' di coraggio tiratelo fuori. 

L'unica novità di quest'anno sono le stazioni con i POS dove è possibile raccogliere il denaro attraverso i circuiti bancari di finta moneta. Vantaggi? Immensi. Pensate se tutti i fratelli facessero contribuzioni con le carte di credito a tempo zero non ci sarebbe più bisogno dei reparti di contabilità. Tutte quelle ore e ore spese sopra quella montagna di monete. Tutto risolto in un attimo con i tracciato del pos. Perchè non le mettete anche nelle congrazioni? Magari prima però revisionate le pubblicazioni con gli anatemi contro alle carte di credito giusto per non farsi dare dei cialtroni come al solito. 

Le esperienze della fratellanza sono toccanti anche se alcuni sono un po' condizionati dall'ossessione organizzativa ma insomma dobbiamo ammettere che molti fratelli hanno davvero contribuito a far conoscere Geova e il suo proposito in condizioni estreme. Ma oltre a queste esperienze che però alla fine sono più uniche che toccanti, ma perchè non trattiamo anche le esperienze di vita che invece affronta la maggioranza dei fratelli. Perchè non parliamo del disagio che provano molti fratelli quando entrano in sala e si sentono continuamente giudicati. Allora questi per difendersi parlano male degli altri e poi chi ne fa le spese è sempre l'ultimo fratello che arriva e che fa da capro espiatorio. Perchè non parliamo del perchè continua ad esistere questa malsana idea di considerarci i più bravi i più belli i più furbi, quelli che si salvano e per contro gli altri sono tutti cattivi brutti scemi che saranno distrutti. Mettiamo sul tavolo questi problemi magari fra un problema e l'altro qualcuno si accorge che sono da rivedere i principi che gestiscono le disassociazioni. Magari qualcuno si accorge che dopo 40 anni non ha molto senso continuare con l'ostracismo famigliare. Magari servirà solo a qualcuno per ridimensionarsi e affrontare le responsabilità della teocrazia con un'altra visione e prospettiva più concreta. 

Perchè non promuoviamo una sana spiritualità che coinvolge la fratellanza in modo più responsabile più normale e sostenibile. Mettiamo una pietra sopra a questa competizione teocratica che esiste ancora adesso con queste coppiette che vanno in giro a dire cose senza un domani che si spostano da una parte all'altra delle congregazioni promuovendo la carriera teocratica come unica alternativa di vita. Se volete sfogare un po di orgoglio fatelo con adunaze speciali fra sorveglianti e mettetevi in competizione fra di voi lasciando stare le congregazioni che non hanno fatto voto ne di povertà ne di astinenza. 

Alla fin fine la fratellanza in questi "ultimi giorni" cerca solo equilibrio e una sana vita spirituale equa solidale e sostenibile davvero non si merita questo marasma. 


9 commenti:

  1. Daniele 11:35-45 .... "il re"(v. 36) è il promotore (e il leader) dell'Organizzazione.

    RispondiElimina
  2. Caspita Osservatore, questa assemblea ti ha avvelenato un po il dente! Però ci sarebbe da stampare il tuo discorso e metterlo nelle cassette contribuzioni, tanto per contribuire in modo concreto...

    RispondiElimina
  3. Essenzialmente d'accordo con Osservatore. Poi delle profezie, le grandi assenti, tutto quello che sanno ripetere è "non sappiamo".
    La "visione" mi sa che non è presente, o meglio buio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Lucio i chiarori dell'oscurità non sono luce progressiva e non si va avanti con le fiammate dei cerini...

      Elimina
  4. Ad Osservatore non piace l'assemblea? Ma delle innovative campagne di volantinaggio per gli inviti? Mi piacerebbe sapere la sua opinione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti avrei da dire anche su quelle, meglio di no ho già il dente avvelenato così.

      Elimina
  5. Un mese senza leggere nemmeno una scrittura in servizio.. Meno occasioni di farsi trovare in contraddizione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh... io al volantinaggio non ho partecipato proprio. Proseguo con la sola bibbia.. per risparmiare sulla carta...

      Elimina
  6. Evito di fare un commento,per nonon sentirmi rispondere "Immagino che tu sia un fatelllo.Questo posso dirlo:"condivido i vostri commenti.

    RispondiElimina

Grazie per il commento.

Chatteria